Pubblicato il 29/01/2018, 13:04 | Scritto da Emanuele Bruno

Ascolti Tv analisi 28 gennaio: Fazio e Buffon al top, Giletti malato regge, Lecciso batte Renzi dalla D’Urso

Ascolti Tv analisi 28 gennaio: Fazio e Buffon al top, Giletti malato regge, Lecciso batte Renzi dalla D’Urso
Con il calcio pay che ha fatto la metà degli ascolti rispetto alla settimana precedente, vanno forte Fabio Fazio – specie con il compleanno di Buffon, Cracco e la Littizzetto – ma cresce anche il film tv di Canale 5 dedicato a Emanuela Loi. Tiene botta Non è l’Arena, quasi terzo quando Giletti si è interrotto per il malore. In seconda serata domina il tavolo di Fazio sulla Domenica Sportiva.

In termini di ascolti tv Roma-Sampdoria ha prodotto 1,5 milioni di spettatori con il 5,7% e le due ammiraglie sono tornate quasi ai massimi

C’entra il calcio, ma fino ad un certo punto nelle dinamiche degli ascolti della domenica sera. La settimana scorsa, comunque, Inter-Roma sulle pay si era portata via il 9,4% di share e sia Fabio Fazio (Che tempo che fa con la prima parte aveva ottenuto 3,765 milioni di spettatori ed il 14,29% di share) che Liberi Sognatori (Delitto di Mafia, Mario Francese, aveva avuto 3,051 milioni di spettatori ed il 12,78%) erano calati molto rispetto a sette giorni prima.

Stavolta Roma-Sampdoria, vinta a sorpresa dai blucerchiati per uno a zero, ha prodotto ‘soltanto’ 1,5 milioni di spettatori con il 5,7% e le due ammiraglie sono tornate quasi ai massimi. Con una chiara vittoria però dello show di Rai1 sul film tv di Canale 5. Che tempo che fa va ha riscosso 4,477 milioni e il 17% nella prima parte (Liliana Segre, Gianluigi Buffon, Carlo Cracco, Emma, Luciana Littizzetto) ed ha fatto bene anche in quella con il tavolo (a 2,841 milioni ed il 16,6% di share tra le 22.44 e le 24.12 con il risultato complessivo della media a 3,8 milioni di spettatori ed il 16,87%). Il terzo film tv della serie Liberi Sognatori, La scorta di Borsellino- Emanuela Loi, con Greta Scarano, Riccardo Scamarcio, Fabrizio Ferracane e Lorenza Indovina nel cast a raccontare la storia dell’agente di polizia morta nell’attentato al magistrato, ha avuto 3,460 milioni di spettatori e 14,27% di share, facendo meno bene del titolo d’esordio, ma meglio del secondo.

Nella sfida degli ascolti delle ammiraglie – in particolare, nel periodo in cui le due trasmissioni sono state in onda contemporaneamente – Che tempo che fa ha ottenuto 4,034 milioni ed il 16,65% di share e Liberi Sognatori-Emanuela Loi 3,4 milioni ed il 14,11%. Dietro le prime due reti è arrivata Rai2 (Ncis a 1,9 milioni e 7,05%, Bull a 1,519 milioni e 6,25% e La Domenica Sportiva a 1,193 milioni e 9,43%), ma con una buona prestazione de La7 da segnalare. Non è l’Arena, con Massimo Giletti influenzato che è rimasto alla conduzione fino alle 22.40 circa, alzando ad un certo punto bandiera bianca (Marianna Madia in apertura e poi Antonio Razzi, Ignazio La Russa, Carla Cantone tra gli ospiti) ha avuto 1,5 milioni di spettatori ed il 5,74% di share, mettendosi sostanzialmente dietro, nell’ordine, su Rai3 Amore Criminale (1,4 milioni e 6,3%), su Italia1 Hunger Games-Il canto della rivolta2 (1,3 milioni e 5,64%) e su Rete4 The Bourne Legacy (771mila e 3,46%).

Il grafico che raduna le curve degli ascolti delle principali emittenti generaliste dice che in access il picco lo ha fatto Paperissima Sprint (5,1 milioni alle 21.22). Poi con Buffon on air, Rai1 è salita fino a 4,8 milioni (alle 21.46, con la torta con dentro Luciana Littizzetto). Il picco di share è arrivato invece, alle 22.39, dopo Carlo Cracco, con l’intervento della comica al 19%. Fazio ha perso il comando degli ascolti durante il finale di Liberi sognatori (17% di share alle 23.18), per poi riconquistare la leadership in seconda serata davanti alla Ds con il suo tavolo composito. Massimo Giletti ha corso alla pari con Rai2 fino alle 21.55, lasciando il campo sopra il 5% di share.

Al pomeriggio da segnalare la performance non eclatante di Matteo Renzi a Domenica Live (2,7 milioni di spettatori ed il 15,5% dalle 17.50 alle 18.35). Prima di lui, Loredana Lecciso, parlando del suo amore per Albano, aveva portato il segmento al 23,8%.

Ma ecco più in dettaglio i principali risultati di ascolti del day time. Al mattino su Rai1 Uno Mattina in Famiglia ha riscosso il 23,39% di share nella prima parte, il 26,15% nella seconda ed il 22,21% nella terza, la Messa ha raccolto il 16,6%. Su Rete 4 la Santa Messa ha coinvolto il 6,84% della platea, su La7 Omnibus ha fatto il 2% ed il 3% di share. Su Rai2 Morning Voyager al 4,6%.

A cavallo dell’ora di pranzo questi gli ascolti: su Rai1 Linea Verde al 19%. Su Canale 5 Melaverde ha conseguito il 12,21%, su Rai2 Mezzogiorno in Famiglia 7,85% nella prima parte e 10,79% nella seconda.

Nel primo pomeriggio questi gli ascolti. Su Rai1 Domenica In ha raccolto l’11% nella prima parte e l’8,53% nella seconda. Su Rai2 per Quelli che aspettano il 7,96% di share, per Quelli che il calcio 9,38% e per Novantesimo zona mista il 7,79% di share. Su Rai3 per Mezzora in più con Beatrice Lorenzin, Maurizio Lupi, Giulio Santagata, Riccardo Maggi ospiti di Lucia Annunziata e Silvio Berlusconi assente giustificato per stanchezza il 5,67% e poi Kilimangiaro ha conquistato il 6,46% con Il Grande Viaggio e il 10,06% con Tutte le Facce del Mondo. Su Canale 5 L’Arca di Noè ha riscosso il 12,6%, Domenica Live ha conquistato il 12,53% nella presentazione e poi il 17,59%, il 19,32%, il 23,83%, il 15,45% e l’11,71% ospitando a lungo Matteo Renzi. Su Rai3 Kilimangiaro ha conquistato l’8,3% con Il Grande Viaggio e l’11,57% con Tutte le Facce del Mondo.

 

Emanuele Bruno

 

(Nella foto il momento del congedo di Non è l’arena, ieri su La7)