Pubblicato il 24/01/2018, 17:01 | Scritto da Tiziana Leone

Dopo il Festival di Sanremo la Rai punta tutto sulla fiction

Dopo il Festival di Sanremo la Rai punta tutto sulla fiction
L'usato sicuro come Montalbano e Schiavone e debutti da ottime previsioni di ascolto come il Principe libero e Il Cacciatore: Raiuno e Raidue puntano a una primavera di grandi fiction

Finito il Festival, Rai 1 e Rai 2 proporranno le fiction Montalbano e Schiavone, De Andrè e Il cacciatore

Dopo il Festival di Sanremo, la Rai cala gli assi della fiction. Il Commissario Montalbano, la vita di Fabrizio De Andrè, Il cacciatore e Rocco Schiavone. Quattro serie dal risultato garantito, equamente divise tra Raiuno, dove debutterà Luca Marinelli con il suo Principe libero, la vita di Fabrizio De Andrè e tornerà Luca Zingaretti con il suo Commissario Montalbano, e Raidue Francesco Montanari con il suo “cacciatore” di mafiosi anticiperà il ritorno di Marco Giallini nei panni del Commissario Schiavone. La biografia di De Andrè, che avrà il volto di Luca Marinelli, andrà in onda in due puntate lunedì 12 e martedì 13 febbraio: Rai Pubblicità stima di raccogliere 6,5 milioni di spettatori con il 25% di share, anche se Raifiction spera di superare le previsioni.

Due le puntate previste per il Commissario nato dalla penna di Andrea Camilleri: La giostra degli scambi, in onda lunedì 19 febbraio e Amore, in onda il lunedì successivo. Dal 5 marzo poi su Rai 1 torneranno le repliche di Un covo di vipere e Come voleva la prassi per altre cinque puntate. Su Rai 2 Il Cacciatore con Francesco Montanari debutterà la sera di San Valentino, con la prima delle sue sei puntate. Una mafia story in cui il Libanese di Romanzo criminale veste i panni di un procuratore che nell’Italia delle bombe di mafia a Firenze, Roma, Palermo cerca di scovare quegli assassini capaci di sciogliere nell’acido persino un bambino.

Per la serie in onda su Rai 2 le stime sono poco superiori ai tre milioni di spettatori con il 12,5% di share. Tornerà invece a marzo Rocco Schiavone, il vicequestore più maleducato del piccolo schermo interpretato da Marco Giallini. Nella prima edizione la fiction raccolse 3,3 milioni di spettatori medi con il 13%, stime che Rai Pubblicità prevede di superare. Di certo la fiction continua a rivelarsi per la Rai una fonte sicura di ascolti.

 

Tiziana Leone

 

(Nella foto Luca Zingaretti)