Pubblicato il 16/10/2017, 15:34 | Scritto da La Redazione

Pupo: senza eliminazioni Sanremo rischia di essere noioso

Pupo: senza eliminazioni Sanremo rischia di essere noioso
Il cantautore toscano, sulle pagine del “Quotidiano Nazionale”, commenta le decisione prese da Claudio Baglioni per il nuovo Festival.

Baglioni & Sanremo, senza eliminazioni rischio “camomilla”?

Rassegna stampa: Quotidiano Nazionale, di Pupo.

Dopo la coraggiosa decisione presa da Claudio Baglioni, direttore artistico del prossimo Festival di Sanremo, di cancellare la versione più “cruenta” della gara fra i cantanti e di abolire la serata delle cover, noi, che nonostante i gravi problemi che affliggono la nostra società, ci ostiniamo e, ammettiamolo, adoriamo ancora occuparci delle futili vicende del nostro mondo dello spettacolo, siamo obbligati a fare qualche piccola riflessione. Indubbiamente, la formula scelta da Baglioni rispetta e valorizza maggiormente la dignità dei cantanti e delle loro nuove canzoni ma, altrettanto indubbiamente, va controcorrente per ciò che riguarda l’aspetto dello spettacolo televisivo.

Il pathos della gara e la serata della riproposizione dei grandi successi del passato erano diventate due colonne portanti delle ultime edizioni del Festival. Garantivano ascolti e intrattenimento più moderno. Abituati come siamo al linguaggio diretto, a tratti addirittura violento e alla crudeltà dei giudici dei talent e dei reality che riempiono la nostra televisione, sono proprio curioso di vedere come il prossimo Festival di Sanremo, senza nessun “spargimento di sangue”, riuscirà a tenere vivo l’interesse del pubblico televisivo.

Con i tempi che corrono, traghettare Sanremo verso lidi più calmi, pacati ed “intellettuali” non sarà impresa facile. Il rischio di naufragio durante la traversata è altissimo. Magari, alleggerendo la gara, Claudio spera di poter convincere qualcuno di quei big che negli ultimi anni sono stati lontani dal Festival a tornare! Non sarà semplice, ma magari uno come lui potrebbe riuscirci! Non sarà facile ma, per il coraggio e l’onestà intellettuale che ha dimostrato, meriterebbe davvero di avere successo. Io, al posto suo, non avrei mai avuto il coraggio di assumermi questa responsabilità.

 

(Nella foto Claudio Baglioni)