Pubblicato il 10/02/2017, 19:32 | Scritto da Tiziana Leone

Sanremo – Carlo Conti: Ho accettato la direzione artistica dello Zecchino D’oro

Sanremo – Carlo Conti: Ho accettato la direzione artistica dello Zecchino D’oro
Il conduttore del Festival annuncia che il prossimo anno si dedicherà al 60esimo compleanno dello Zecchino d'Oro,m di cui curerà la direzione artistica. E smentisce ipotesi di passaggio a Mediaset.

Alla vigilia della finale, Carlo Conti annuncia che lascerà il Festival per dedicarsi alle canzoni dei bambini

Non va a Mediaset, resta in Rai e diventa direttore artistico dello Zecchino d’Oro. No, no è uno scherzo. «Non credete nemmeno quando vi do le notizie vere?», sorride Conti mentre annuncia che in occasione del 60° compleanno dello Zecchino sarà lui a dedicarsi all’organizzazione dell’evento musicale dedicato ai bambini. «Non posso più fare Sanremo perché ho accettato la proposta, solo per un anno, della direzione artistica dello Zecchino d’oro su Rai 1 – spiega il conduttore -. Farei anche le due cose, ma non sono compatibili, la direzione artistica dello Zecchino mi prenderà tempo e non potrò occuparmi di quella di Sanremo».

Chiaro dunque che non andrà a Mediaset? «Che io sappia no, o forse quando hanno chiamato c’era il telefono spento – insiste Conti -. Il legame con la Rai è stretto, ho rinnovato il contratto fino a giugno 2019, con Mediaset non c’è mai stato proprio niente». Si era parlato di un incontro con Piersilvio Berlusconi ad Arcore prima di Natale. «Non ne so niente, credo sia una bellissima fanta-tv che mi fa sorridere e divertire –aggiunge il conduttore -. È una cosa del tutto priva di fondamento, poi il fatto che altri apprezzino il mio lavoro mi fa piacere. Il mio contratto scade nel 2019, spero che lo rinnoveremo ancora, ma posso anche andare in pensione». Quanto al prossimo conduttore del Festival di Sanremo, Andrea Fabiano, direttore di Rai 1 trova divertente il toto-conduttore partito da giorni. «Mi rendo conto che sia intrigante il toto Sanremo, però ora siamo concentrati solo su questo Festival, abbiamo ancora un pezzo di strada da percorre. È divertente leggere le ipotesi che emergono, alcune non sono entrate neanche lontanamente nei nostri pensieri». Ma l’addio di Carlo potrebbe essere solo un arrivederci. «Non sta a me decidere cosa accadrà il prossimo anno. Se poi fra cinque, sei, dieci anni qualcuno rifarà il mio nome, se avrò ancora idee e l’entusiasmo allora tornerò».

 

Tiziana Leone

 

(Nella foto Carlo Conti)