Pubblicato il 07/11/2016, 19:34 | Scritto da Tiziana Leone
Argomenti:

Video – Marco Giallini: Il Commissario Schiavone è un noir come non se ne vedevano da tempo

Video – Marco Giallini: Il Commissario Schiavone è un noir come non se ne vedevano da tempo
Parte mercoledì 9 novembre in prima serata su Rai 2 la nuova serie tratta dai romanzi di Antonio Manzini. L’attore romano, ai microfoni di TvZoom, racconta l’esperienza divertente.

Marco Giallini: “A Schiavone non piace mangiare, preferisce fumare. Io amo molto la tavola”

Si fa le canne, è anticonvenzionale, non ama le regole, ha molti scheletri nell’armadio, ma di professione fa il vicequestore. Si chiama Rocco Schiavone, l’ha creato lo scrittore Antonio Manzini e Marco Giallini gli ha prestato il suo volto scavato e ruvido per il debutto in televisione. In onda mercoledì 9 novembre in prima serata su Rai 2, contro Solo, il poliziotto che su Canale 5 avrà il volto di Marco Bocci, la serie, diretta da Michele Soavi, riporta la grande fiction sulla rete diretta da Ilaria Dallatana. Trasferito ad Aosta “per punizione”, Schiavone, romano, saccente, figlio di operai, cresciuto a Trastevere, vedovo e introverso, affronterà omicidi mascherati, finti suicidi, si troverà di fronte a cadaveri non identificati, rapimenti e assassini. Sempre con il suo loden e le Clark. Un personaggio che l’attore romano si è divertito molto a interpretare, nonostante sia convinto che un solo attore sia in grado di indossare il loden senza sfigurare. Chi? La risposta in quest’intervista a TvZoom.

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA

Tiziana Leone

 

(Nella foto Marco Giallini)