Pubblicato il 03/11/2014, 10:04 | Scritto da La Redazione

RASSEGNA STAMPA – LICIA COLÒ RIPARTE DA TV2000: LASCIO LA RAI MA RITROVO IL DIRETTORE RUFFINI

RASSEGNA STAMPA – LICIA COLÒ RIPARTE DA TV2000: LASCIO LA RAI MA RITROVO IL DIRETTORE RUFFINI
L’ex conduttrice de “Le falde del Kilimingiaro” lascia la Rai e si trasferisce nella rete della Cei, dove condurrà il programma “il mondo insieme” da dicembre. E da gennaio anche una striscia quotidiana.meta name=”news_keywords” content=”corriere della sera, licia colò, tv2000, paolo ruffini“ Rassegna stampa: Corriere della sera, pagina 29, di C.Maf. Licia Colò riparte da […]

L’ex conduttrice de “Le falde del Kilimingiaro” lascia la Rai e si trasferisce nella rete della Cei, dove condurrà il programma “il mondo insieme” da dicembre. E da gennaio anche una striscia quotidiana.meta name=”news_keywords” content=”corriere della sera, licia colò, tv2000, paolo ruffini

Rassegna stampa: Corriere della sera, pagina 29, di C.Maf.

Licia Colò riparte da Tv2000: lascio la Rai ma ritrovo il direttore Ruffini

Il suo contratto Rai è scaduto il 31 ottobre. Ma Licia Colò sa già dove portare gli scatoloni: a TV2000. Il direttore (ex di Rai3) Paolo Ruffini l’ha voluta nel rilancio della rete: «Mi ha chiesto di fare quello che ho sempre fatto, ma spingendo sul tasto della conoscenza». E dire che «ho anche litigato con lui, l’ho pure scritto in un libro. È normale, ma ci siamo sempre rispettati». Non è successo con Andrea Vianello: «Era un matrimonio combinato. Amo condividere gli obiettivi». Il programma (al via a inizio dicembre, da gennaio invece partirà una striscia quotidiana sull’ambiente) si chiamerà Il mondo insieme. «Conoscere il mondo non passa di moda, qualcuno ha detto che non ho saputo rinnovarmi: credo che la ricetta della pastiera o delle lasagne debba essere lasciata come è. Poi puoi servirle in piatti più moderni». Cosa pensa del nuovo Kilimangiaro? «Ho visto la prima puntata per cinque minuti. Mi è bastato. È sbagliato rimestare nel passato. Ma devo ringraziare tutti quelli che mi hanno sostenuto: non credevo ci fosse un tale affetto». Andrà in onda assieme al programma di Rai 3: «Negli ascolti non saremo competitivi, ma sarà un programma fatto con la gente, come non sono riuscita a fare l’ultimo anno in Rai. E sarà semplice: spesso gli orpelli servono solo ad arricchire la povertà di contenuti».