Pubblicato il 16/11/2011, 14:45 | Scritto da La Redazione

LA FICTION SUL DELITTO DI VIA POMA IN TRIBUNALE

LA FICTION SUL DELITTO DI VIA POMA IN TRIBUNALE
A 21 anni dalla tragica uccisione di Simonetta Cesaroni, il regista Roberto Faenza, tra non poche polemiche, ha diretto una fiction, che dovrebbe andare in onda il 30 novembre, su Canale 5. Silvio Orlando fra gli attori protagonisti. Stamane al Tribunale di Roma si è svolta la prima udienza per evitare la messa in onda […]

alt

A 21 anni dalla tragica uccisione di Simonetta Cesaroni, il regista Roberto Faenza, tra non poche polemiche, ha diretto una fiction, che dovrebbe andare in onda il 30 novembre, su Canale 5. Silvio Orlando fra gli attori protagonisti.

Stamane al Tribunale di Roma si è svolta la prima udienza per evitare la messa in onda del film, sollecitata con un ricorso d’urgenza ex art. 700 dai legali di Raniero Busco, ex fidanzato della vittima, condannato in primo grado a 24 anni per l’omicidio della ventenne Simonetta Cesaroni. Il processo d’appello inizierà tra qualche giorno, il 24 novembre. La società di produzione televisiva, di proprietà di Pietro Valsecchi e Camilla Nesbitt, in una nota si esprime così a tal proposito: «Taodue, riponendo la più ampia fiducia nella magistratura, si augura vivamente che la possibilità di rappresentare artisticamente fatti di cronaca di grande interesse pubblico non incontri ostacoli da parte dell’Autorità giudiziaria».

 

Raffaella Midiri

 

(Nella foto, da sinistra Astrid Meloni, il regista Roberto Faenza, Giulia Bevilacqua e Silvio Orlando)