Domenica, 17 Dicembre 2017 13:01
Pubblicato il 12/10/2017, 19:32 | Scritto da Tiziana Leone

Video – Andrea Fabiano: Rai 1 una rete di persone straordinarie

Video – Andrea Fabiano: Rai 1 una rete di persone straordinarie
L'ormai ex direttore dell'ammiraglia Rai passa il testimone ad Angelo Teodoli e diventa direttore di Raidue. In questa conferenza stampa il suo discorso di commiato.

Andrea Fabiano era direttore di Rai 1 da marzo 2016

Una conferenza stampa difficile. A metà. Quando comincia è ancora direttore di Rai 1 e quando esce è direttore di Rai 2. Andrea Fabiano, ex direttore di Rai 1 e nuovo direttore di Rai 2, affronta la presentazione di Celebration con la salivazione azzerata, di chi sa che la stampa è li per raccogliere le sue ultime dichiarazioni da direttore della rete ammiraglia e le prime da direttore di Rai 2. Lui, uomo educato e perbene, ha qualche sassolino da togliersi da quelle scarpe che l’hanno portato dai corridoi di viale Mazzini al palco dell’Ariston, dal prato del Modena Park ai sassi di Matera.

«Il concerto di Vasco è stata la mia più grande soddisfazione, non tutti erano d’accordo, ancora una volta, eppure è andata bene, Rai 1ha fatto ascolti clamorosi». In questo non facile addio, dove scorre anche qualche lacrima, Fabiano esce a testa alta, con il coraggio di trovare le parole per “celebrare” la Rai, ma anche per bacchettarla, per salutare chi verrà dopo di lui, e per raccontare che non è stato facile inventarsi un palinsesto che a metà giugno sembrava il deserto dei tartari.

Il cambio di direzione generale, il tira e molla con Massimo Giletti, cui la Rai voleva affidare la gestione del sabato sera, le polemiche che hanno segnato le scelte, giuste o sbagliate, ma dettate dalla voglia di cambiare, sperimentare, tentare strade nuove. «Questa è stata la mia idea a Rai 1, può aver funzionato o no, ma quando si rischia gli errori succedono».

Onore al merito a chi sapeva di arrivare in una conferenza stampa da Papa e uscirne cardinale, di direttori in Rai ne abbiamo sfilare e in pochi hanno dato una lezione di stile come quella lasciata da Fabiano. Possiamo dirlo senza se e senza ma, noi che per primi lo abbiamo inseguito, bacchettato, criticato, attaccato, ma anche difeso. «Mi raccomando continuate a scrivere male», sorride lui che presto si troverà a lavorare con la rete giovane della Rai, con meno compromessi forse, ma sempre alla caccia degli ascolti. Quanto al suo commiato, in questo video di TvZoom Fabiano rende onore al merito di chi ha lavorato con lui, ma racconta anche che non tutto quel che luccica in Rai brilla di luce propria.

GUARDA LA CONFERENZA

Tiziana Leone

 

(Nella foto Andrea Fabiano)