Venerdì, 24 Novembre 2017 21:24
Pubblicato il 19/05/2017, 12:32 | Scritto da Emanuele Bruno

Ascolti Tv analisi 18 maggio: Virginia Raffaele (al top con Bolle) parte come Mika. Tutto può succedere tiene, Zalone salva il Biscione

Ascolti Tv analisi 18 maggio: Virginia Raffaele (al top con Bolle) parte come Mika. Tutto può succedere tiene, Zalone salva il Biscione
La fiction di Ra1 già fidelizzata flette un po’ ma resiste al film di Zalone e all’esordio di Facciamo che io ero, che debutta con un risultato al livello dei migliori prodotti della rete diretta da Ilaria Dallatana. In seconda serata il Maurizio Costanzo Show stacca Petrolio, mentre fa il proprio record di sempre Night Tabloid, trainato dallo show della Raffaele e con Matteo Salvini ospite.

Su Rai 2 Stasera Casa Mika aveva fatto il 14,4% di share media

Vola Virginia Raffaele, che non ha sofferto la concorrenza di Checco Zalone. E bene pura la fiction di Rai1 targata Cattleya, ieri in pericolo. Tutto può succedere ha dimostrato due settimane fa quanto valga attualmente, quando è arrivata a sfiorare il 18% di share con oltre 4,1 milioni di spettatori. Ha quindi un potenziale più ampio di quello sviluppato ieri, in una serata molto complicata. La storia della famiglia Ferraro è calata a 3,7 milioni e 16,73% perché doveva fare i conti con due opzioni decisamente insidiose e attraenti per il proprio pubblico di riferimento. Su Canale 5 il nuovo passaggio di Sole a Catinelle ha conquistato 3,317 milioni di spettatori e il 15,1% e, soprattutto, su Rai2 l’atteso show di consacrazione dello straordinario talento della Raffaele, Facciamo che io ero, ha riscosso 3,295 milioni e 14,59%.

Sulla seconda rete Stasera Casa Mika, più ambizioso e pretenzioso e probabilmente anche più costoso, oltre che più internazionale, nello scorso autunno aveva ottenuto 3,3 milioni di telespettatori ed il 14.4% con la prima puntata, calando poi all’ultima fino a 2,5 milioni ed il 10,71% di share. E sopra i tre milioni – vale la pena ricordarlo – sono arrivate nel corso della stagione anche le due fiction identitarie della rete, Rocco Schiavone’ e La porta rossa, che assieme ai prodotti appena citati si possono considerare come le trasmissioni più ‘dallatanesche’ (nel senso di ascrivibili alla direzione di Ilaria Dallatana e non ereditate dalle precedenti gestioni) della rete giovane di Viale Mazzini.

Ieri, oltretutto, la Raffaele ha compiuto un’altra operazione realmente miracolosa: dopo Facciamo che io ero, il buon rotocalco Night Tabloid, sempre rimasto a livelli d’ascolto nanosharici, è salito con ospite Matteo Salvini sopra l’8%, in una fase della serata tv in cui Maurizio Costanzo ha ancora dominato la scena distanziando Petrolio. Meno interessanti da registrare le prestazioni delle altre reti: su Italia 1 il fantasy Poliziotti dall’aldilà ha ottenuto 1,2 milioni e il 5,3%, su Rai3 il drammatico Child 44 1,061 milioni di spettatori e il 4,91%, su La7 Piazzapulita ha tenuto botta a quota 775mila spettatori con il 4,55%, su Rete4 è arrivato ultimo il capolavoro da Oscar, lunghissimo, di Clint Eastwood (Gli Spietati a 689mila spettatori con il 3,4%). Leggi anche qui.

Il grafico che raduna le curve di ascolto delle reti generaliste racconta come le Altre abbiano viaggiato sopra il 35% di share in prima serata. In access I soliti Ignoti hanno fatto molto meglio di Striscia la Notizia. Dopo il picco di Amadeus (alle 21.22, il 25,81% con 6,284 milioni circa) c’è stato quello di Striscia (alle 21.30 a 5,8 milioni e 23,84%).

Poi, partita con l’8% ha conquistato rapidamente il 16% e il comando Facciamo che io ero, ed è rimasta in lieve vantaggio (picco con Roberto Bolle al 17% e 4,1 milioni) su Tutto può succedere e Sole a catinelle fino alle 22.15, flettendo quindi sotto la linea del 15% dalle 22.30 in poi e cedendo progressivamente pubblico alla storia di Rai1, che almeno per la fase finale è riuscita, negli ultimi quaranta minuti, a convocare quasi tutto il proprio pubblico di riferimento dal bacino di Rai2. In seconda serata, dalle 23.45 in poi ha dominato il Maurizio Costanzo Show, che ha rapidamente conquistato quasi 5 punti di vantaggio su Petrolio, e li ha sempre mantenuti, raggiungendo a più riprese il 15% di share.

Ecco più in dettaglio cosa è successo nel day time. Al mattino su Rai Uno per Uno mattina il 19,68%, Storie vere il 19,45% di share e Tempo e denaro il 16,35%; La prova del cuoco 15,78%. Su Rai Tre per Agorà 6,31% e 7,5%, Mi manda Rai Tre 5,42%, Tutta salute 4,25%, Chi l’ha visto? 12.25 al 6,61%, Quante Storie 5,64%. Su Rai Due I fatti vostri ha convinto il 6,74% e poi il 9,78% del pubblico all’ascolto. Su Canale 5 per Mattino Cinque 15,69% e 13,23%, per Forum 18,79%. Su Rete 4 Ricette all’italiana 1,8%, La signora in giallo 6,12%. Su La7 Omnibus ha totalizzato il 2,4%, Coffee break il 3,18%, L’aria che tira 5,07% e 3,17%.

Al pomeriggio su Rai Uno per Torto o ragione 9,85%, per La vita in diretta 11,66%, per La vita in diretta seconda parte 13,52%%. Su Rai2 Diretta Giro al 8,54%, Arrivo al 15,33% e Processo alla tappa al 7,04%. Su Rai Tre Geo al 3,23% e 5,81%. Su Italia 1 per Sport Mediaset 7,89%, per Teste di casting il 4,48%, per I Simpson 6,31% e 6,95% con dentro Gogglebox a 5,7% e poi per lo spazio comedy il 4,75%. Su Canale 5 per Beautiful il 20,24%, per Una vita il 20,29%, per Uomini e donne il 26,32% ed il 23,78%, per Amici verso il serale il 24,59%, per Il Segreto il 26,4%, per Pomeriggio Cinque 20,25%, 17% e 15,32%. Su Rete 4 Lo sportello di Forum 7,43%. Su La7 per Tagadà 2,21%.

 

Emanuele Bruno

 

(Nella foto il momento topico di Facciamo che io ero)