Domenica, 26 Febbraio 2017 20:32
Pubblicato il 17/02/2017, 11:33 | Scritto da Francesco Sarchi

Aldo Grasso: il format Lettori così simile a Sconosciuti

Aldo Grasso: il format Lettori così simile a Sconosciuti
Va in onda su La Effe «Lettori. I libri di una vita»: dopo poche inquadrature, l’onda del «già visto» mi ha investito. Il format era lo stesso di «Sconosciuti» di Simona Ercolano. Così Aldo Grasso sul "Corriere della Sera".

La vita di quei lettori sconosciuti e l’onda del “già visto”

Rassegna stampa: Corriere della Sera, di Aldo Grasso.

Da piccola, su suggerimento della nonna, è stata costretta a leggere Fabiola di Nicholas P. Wiseman. Temo che la sua vita sia stata fortemente influenzata da questo libro. Il promo di Lettori diceva: «In che modo la lettura entra a far parte della nostra vita? Come può influenzarla, aiutarci a comprenderla e a comprendere meglio noi stessi? A raccontarcelo sono i protagonisti della nuova stagione di Lettori. I libri di una vita, tracciando così un ritratto dei lettori italiani e delle loro storie, grazie alle letture che le hanno attraversate». Pur di sfuggire alle proposte di Corrado Augias e della sua Santa Protettrice, si cercano sempre vie alternative. Così sono capitato su La Effe (canale 139 di Sky) a seguire Lettori. I libri di una vita(mercoledì, ore 21.10). Dopo poche inquadrature, l’onda del «già visto» mi ha investito.

Anche se la rubrica era nuova, anche se i personaggi mi erano estranei, riconoscevo il format. Era lo stesso di Sconosciuti di Simona Ercolani. Il gruppo produttivo di Stand by me va sempre a caccia di sconosciuti per trarli fuori dall’oscurità, dall’anonimato. Come fa? Cuce loro addosso una storia, una narrazione attraverso i cinque libri che hanno rappresentato un momento esistenziale, e non solo di lettura. Costanza ha ricordato, oltre a Fabiola, il famoso libro del dr Spock,Il manuale dei genitori del dottor Spock(che pare abbia fatto molti danni!), Una vicemamma per la principessa Martina di Beatrice Masini, La BibbiaE venne chiamata Due Cuori di Marlo Morgan. A ogni libro un ricordo, a ogni pagina scritta una pagina di vita vissuta. Per Luca, invece, i libri che hanno segnato i momenti più importanti della sua vita sono più hard: L’isola del tesoro di R.L. Stevenson, IT di Stephen King, Mattatoio n. 5 di Kurt Vonnegut, Trainspotting di Irvine Welsh, Mostri di Tiziano Sclavi. Dai libri si capisce come Luca abbia una vita molto diversa da Costanza.

(Nell’immagine la locandina del programma Lettori)