Pubblicato il 18/01/2017, 17:34 | Scritto da Carlo G. Lanzi

The Young Pope: ascolti da record negli Usa, battuto anche Scorsese

The Young Pope: ascolti da record negli Usa, battuto anche Scorsese
Dopo le critiche positive dei giornali americani, anche i dati decretano il successo della serie di Paolo Sorrentino prodotta da Sky Italia.

È la serie più vista di Hbo, meglio di Soderbergh e Scorsese

Continua la cavalcata entusiasmante di The Young Pope, serie tv di Paolo Sorrentino con Jude Law, prodotta da Sky Italia, che sulla rete Hbo ha totalizzato al primo passaggio 1 milione di telespettatori. La stessa sera ha cumulato in replica 2 milioni ed è arrivato nelle 24 ore successive a ben 3 milioni. La serie italiana ha battuto al debutto l’ultimo successo del network americano, The Night of (in onda in Italia su Sky Atlantic), e in termini di ascolti ha fatto meglio anche del debutto di The Knick di Steven Soderbergh e di Vinyl di Martin Scorsese. Nell’arco della serata di domenica The Young Pope ha vinto anche sul debutto della nuova stagione del cult Homeland, che andava in onda contemporaneamente e che ha registrato 1,3 milioni di spettatori nel dato cumulato.

Paolo Sorrentino, negli Usa per promuovere la serie, era già felice per le buone critiche ricevute (leggi qui), ma con i dati d’ascolto in mano ha espresso la sua grande soddisfazione: «Sono felice e orgoglioso di questo risultato. Abbiamo giocato nel campionato più importante del mondo e abbiamo vinto la prima partita. Merito di un cast eccezionale e di una troupe di altissima professionalità e di grande generosità e di un produttore coraggioso, Lorenzo Mieli che ha messo insieme broadcaster internazionali per realizzare questo progetto, a cominciare da Sky Italia che ha creduto nel nostro Papa e in Wildside sin dal primo momento». Alla produzione di The Young Pope hanno partecipato anche Hbo e la francese Canal+.

 

(Nella foto una scena di The Young Pope)