Lunedì, 24 Aprile 2017 04:58
Pubblicato il 20/12/2016, 16:05 | Scritto da Andrea Amato

Speciale MasterChef 6: giovedì 22 dicembre riapre la cucina

Speciale MasterChef 6: giovedì 22 dicembre riapre la cucina
Nuova edizione, più divertente a detta di Bruno Barbieri, Joe Bastianich, Antonino Cannavacciuolo e Carlo Cracco. Ma cosa fanno i giudici quando non sono impegnati nel programma? Scopritelo leggendo qui.

Bruno Barbieri: “Il libanese Maradona lavora da me a Bologna”

La cucina più famosa d’Italia riapre il 22 dicembre in prima serata su Sky Uno, con la sesta stagione di MasterChef. In plancia di comando i mitici Bruno Barbieri, Joe Bastianich, Antonino Cannavacciuolo e Carlo Cracco e si riparte dai numeri record dell’anno scorso: 1,2 milioni di spettatori la media delle puntate, che nei sette giorni con l’on demand aveva raggiunto i 2,2 milioni. La permanenza media di MasterChef è stata dell’83%, con un picco del 92% durante la finale. La share media di è stata  su Sky Uno del 3,9%. In palio, come sempre, 100mila euro in gettoni d’oro e l’opportunità di pubblicare un libro di ricette originali edito da Baldini & Castoldi.

Secondo i giudici sarà un’edizione più allegra, anche se qualche lacrimuccia ogni tanto scenderà, perché comunque ci sarà tanta ambizione in cucina, visto che per i concorrenti si tratat di una vera opportunità per cambiare vita. Com’è successo a Maradona, concorrente libanese dell’anno scorso, che oggi lavoro nel bistrot bolognese di Bruno Barbieri, Fourghetti: «Ormai vengono per vedere lui e non me», dice sorridendo lo chef. O come Andrea il fotografo, che ha lavorato per tre mesi da Cannavacciuolo, prima di traferirsi a Bali. E occhio alle donne, perché pare che quest’anno siano agguerritissime.

La sesta stagione, prodotta per la prima volta da Endemol Shine Italy, si aprirà con un super-casting di fronte alla storica Stazione Centrale di Milano, dove 150 aspiranti chef si troveranno per la prima volta davanti alla giuria. Il loro destino viene deciso dalla preparazione di un piatto “a crudo”, primo banco di prova di tecniche di taglio, abbinamento di sapori, marinatura e scelta degli aromi. Solo 100 di loro potranno proseguire le selezioni e accedere ai Live Cooking, dove avranno solo 45 minuti per cucinare e presentare ai giudici le proprie creazioni. Chi ottiene almeno 3 sì, conquisterà l’ambitissimo grembiule di MasterChef e farà un passo avanti verso l’Hangar, al quale accederanno solo 40 cuochi amatoriali per la prova decisiva, quella sulle tecniche di cottura, che decreterà ufficialmente i 20 chef amatoriali della sesta stagione di MasterChef Italia. Il meccanismo di gara, poi, sarà sempre lo stesso: Mystery Box, Invention Test, Prove in Esterna, Pressure Test.

Suggestive le location delle prove in esterna e le materie prime da cucinare: pane di Matera, i prodotti delle Malghe alpine, il glorioso bollito delle Langhe, fino a fare vere e proprie esperienze sensoriali come quella all’Istituto per ciechi. Anche due gite internazionali: a Santorini in Grecia per un banchetto di nozze e nella cucina tre stelle Michelin di Quique Dacosta, vicino a Valencia in Spagna. Anche gli ospiti saranno d’eccezione: come il tre stelle Heinz Beck, la star giapponese Masaharu Morimoto, il “veterano” della cucina creativa Igles Corelli, l’uruguaiano Matias Perdomo e lo chef stellato vegetariano Pietro Leemann.

Uno dei temi portanti di questa sesta edizione sarà l’educazione al tema degli sprechi alimentari: al termine di ogni Invention Test, quest’anno i concorrenti avranno a disposizione la tipica Doggy Bag per gli avanzi, un modo per sensibilizzare il pubblico a casa su un tema di rilevanza mondiale, cui è dedicata anche di una rubrica fissa settimanale di MasterChef Magazine (in onda a partire dal 30 dicembre, dal lunedì al venerdì alle ore 20.20 sempre su Sky Uno HD). Inoltre, come nelle scorse stagioni, la gran parte degli alimenti non impiegati per le prove, è stata riutilizzata o donata ad associazioni benefiche ed enti caritatevoli di Milano. Il programma si è avvalso della preziosa collaborazione di Last Minute Market, la società spin-off dell’Università di Bologna impegnata sul fronte della riduzione degli sprechi e della prevenzione dei rifiuti da oltre 10 anni. Durante la realizzazione della sesta stagione sono stati recuperati e ridistribuiti 7.380 Kg di frutta e verdura, 1.130 Kg di carne e pollame, quasi 600 Kg di latticini.

Masterchef Magazine è la striscia quotidiana che vede protagonisti grandi chef professionisti, ma soprattutto i concorrenti di MasterChef Italia, che per la prima volta si raccontano anche attraverso video autoprodotti che restituiscono un punto di vista inedito e originale della loro vita privata e della loro personalità. Con 5 nuove rubriche, il Magazine racconta i principali food trend del momento e temi di grande attualità come l’attenzione agli sprechi alimentari e l’ecosostenibilità, per permettere al pubblico di viaggiare alla scoperta di sapori vicini e lontani. Per la prima volta, il giudice Antonino Cannavacciuolo è il protagonista di una nuova rubrica: direttamente da Villa Crespi presenterà le ricette più importanti che hanno segnato la sua carriera stellata. Ritorna anche l’insostituibile appuntamento del giovedì con lo chef Bruno Barbieri che quest’anno propone la MasterChef Night: una ricetta speciale per i fan del programma, che li coinvolgerà sul web nei giorni immediatamente precedenti. Anche per la felicità degli sponsor che hanno investito nel product placement: Amadori, Ballarini, Barilla – Voiello, Contaldi Castaldi, Electrolux, Eurofood, Ford, Fratelli Orsero, Maxwell & Williams, Molino Spadoni, Olio Piave, Orto Mio, Parmalat, Parmareggio, Petti, San Benedetto, Siggi, Soffas, Ubena, Acquerello. RTL 102.5 sarà media partner del programma e ogni giovedì alle 11.50 avrà in diretta i giudici per le anticipazioni della puntata della sera.

Ma cosa fanno i giudici di MasterChef, quando non sono impegnati nel programma? Carlo Cracco, che smentisce le voci che lo vorrebbero abbandonare lo show, sta per trasferire il suo ristorante in Galleria Vittorio Emanuele a Milano, dopo averne aperto uno anche a Mosca, mentre nel 2017 è previsto l’opening di Garage Italia, progetto in collaborazione con Lapo Elkann, sempre a Milano. Bruno Barbieri sta cecando di aprire il Fourghetti anche a Miami e vorrebbe dare vita a una società di catering. Joe Bastianich quest’anno si è dedicato alle aperture di Eataly in tutti gli Usa, oltre al nuovo La Sirena di New York. Ma ammette che vorrebbe lavorare meno e suonare di più. Antonino Cannavacciuolo, invece, sta aprendo il secondo Cannavacciuolo Café&Bistrot a Torino, dopo quello di Novara: «Il mio format è quello di aprire i locali e affidarli a collaboratori che sono con me da almeno cinque o sei anni. Piuttosto che perderli, li faccio crescere», dice lo chef.

MasterChef Italia è prodotto da Endemol Shine Italy per Sky Uno. Un programma scritto da Paola Costa (capoprogetto) e da Daniele Baroni, Filippo Casaccia, Alessandra Tomaselli, Marco Cappellini, Laura Cristaldi, Eleonora Cristina, Elena Palin. Per le esterne Oscar Colombo e Marina Pagliari. La regia è di Umberto Spinazzola. Fotografia di Matteo Bosi, scenografie di Giuseppe Tabacco.

 

Twitter@andreaaamato

 

(Nella foto, da sinistra, Bruno Barbieri, carlo Cracco, Joe Bastianich e Antonino Cannavacciuolo)